08 Ago 2019

Napoli, la Croce Rossa non ha medici per le ambulanze, così va in difficoltà il 118

 

La Centrale Operativa Territoriale del 118, con una nota indirizzata al Commissario Straordinario dell’Asl Napoli 1 Ciro Verdoliva, ha contestato i disagi causati dalle postazioni affidate alla Croce Rossa Italiana, negli ultimi giorni spesso non operative o “a efficienza ridotta” per mancanza di personale, con gravi ripercussioni sulla gestione delle emergenze.CRONACA NAPOLI E CAMPANIANAPOLIULTIME NOTIZIE 26 LUGLIO 2019  19:44 di Nico Falcoin foto: Immagine di repertorioDiciotto turni saltati o "con efficienza ridotta" dal 3 al 25 luglio, quasi tutti per mancanza di medici o infermieri e con conseguenze di rilievo sul servizio di soccorso del 118: un turno non effettuato significa un'ambulanza in meno, un'ambulanza senza medico significa poter utilizzare il mezzo solo per le emergenze meno gravi. E così, dopo 20 giorni, è arrivata la contestazione: le "continue inadempienze da parte del personale di Croce Rossa Italiana mettono in grave difficoltà il servizio 118". La nota, datata 25 luglio, è stata inoltrata, tra gli altri, al presidente del Comitato Provinciale Napoli Croce Rossa Italiana, Paolo Monorchio, e al Commissario Straordinario dell'Asl Napoli 1, Ciro Verdoliva.Nella lettera, in cui vengono richiamate le convenzioni che sono state stipulate tra la Centrale Operativa Territoriale del 118 e la Croce Rossa Italiana, vengono elencate le criticità che sono state registrate negli ultimi giorni. La più colpita è la postazione "Municipio": nei giorni 3, 5, 9, 10, 19, 22 e 23 luglio, nella fascia oraria 8-20 (e per il 9 luglio anche nella fascia 20-8), l'ambulanza era operativa, ma "demedicalizzata" per l'assenza del medico di turno, e quindi poteva essere utilizzata soltanto per interventi di minore gravità.Il 7 luglio la moto sanitaria della postazione Piazza Trieste e Trento ha funzionato a singhiozzo per assenza di personale adeguato; la stessa postazione non era operativa il 20 luglio (8-20) e aveva avuto uno stop di poco più di un'ora il 24 luglio per problemi alla moto. Il 13 luglio è saltato il turno 8-20 della moto medica San Domenico per problemi al mezzo. Il 20 luglio la postazione Soccavo non era operativa nella fascia 8-20.Il giorno 25 luglio, ieri, erano cinque le postazioni affidate alla Croce Rossa Italiana che non erano operative per problemi di personale: Soccavo, piazza Nazionale, Carlo III e due moto mediche.continua su: https://napoli.fanpage.it/napoli-la-croce-rossa-non-ha-medici-per-le-ambulanze-cosi-va-in-difficolta-il-118/http://napoli.fanpage.it/

Fonte: FANPAGE

   Commenti


 
Altra rassegna stampa
Tutta la rassegna stampa